Ήθος

Per l'edizione 2019, il Friends’ Date propone una profonda riflessione sull'indagine del termine Ήθος (“Ethos”), letteralmente "luogo consueto", "la dimora", "la tana”.
Ethos rappresenta, insomma, un luogo in cui vivere, sentirsi sicuri, dove poter lasciar fluire pensieri, parole, sentimenti, dove poter sviluppare la propria arte e la fantasia.

In parole povere, il luogo ideale in cui vivere.

La realtà che ci circonda, il luogo in cui concretamente ognuno di noi vive può essere più o meno "etico"in questo senso. Vivere in un luogo non significa necessariamente trivarcisi bene, sentircisi a casa.
Ed è un nostro dovere allora rimboccarsi le maniche e prenderci la responsabilità di cambiarlo, se possibile in meglio.

Come riuscirci? Qual è il punto di partenza?

Bisogna farsi domande "scomode" e avere il coraggio di darsi risposte oneste e mature. Analizzando la realtà in modo critico, senza prendere nulla per dato di fatto, attraverso il confronto tra i veri amici, siamo chiamati a prendere coscienza e consapevolezza delle dimensioni e degli spazi che viviamo ogni giorno, pubblici e privati. Per prima cosa dunque dobbiamo chiederci: nel “luogo in cui vivere” che cosa desidero/non tollero più?